La Scuola Civica di Musica per l’Ogliastra nasce a Lanusei nell’anno scolastico 1997/1998 finanziata dalla Regione Autonoma della Sardegna con la legge regionale n. 28 del 15/10/1997, art. 1 recante “Finanziamento ai Comuni per l'istituzione e il funzionamento delle scuole civiche di musica”.
Requisito necessario all’ottenimento del finanziamento era quello di avere già in atto un biennio di esperienze didattiche musicali collegate a istituzioni pubbliche comprendenti l’insegnamento di almeno tre discipline strumentali.


Tale era la condizione per il Comune di Lanusei che con il supporto dell’allora Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” aveva dato avvio ai corsi di Violino, Pianoforte, Chitarra e Teoria e Solfeggio.
Il Comune di Lanusei, dopo il suddetto biennio di attività, per concorrere alla diffusione sull'intero territorio ogliastrino dell'istruzione musicale, elemento essenziale per la crescita culturale, sociale e intellettuale dei giovani, ha fondato la Scuola Civica di Musica per l’Ogliastra che ha funzionato ininterrottamente fino all’anno scolastico 2014/2015 come Istituzione comunale, costituita ai sensi dell’art. 32 della Legge 8 giugno 1990, n. 142 sull’ordinamento delle autonomie locali, con un vasto bacino di utenza proveniente dai paesi limitrofi.
Oggi, al fine di ottimizzare le risorse umane e finanziarie, nonché per il mutato quadro normativo in tema di personale degli enti pubblici, il Comune di Lanusei continua con successo l’esperienza della scuola civica di musica con uno strumento differente dall’Istituzione, ovvero quello della gestione diretta delle attività, esternalizzate - a partire dall’anno scolastico 2015/2016 - ad un soggetto esterno che opera secondo i rigidi criteri stabiliti dalla Regione e dallo stesso Comune di Lanusei.
L’Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport, con stanziamenti stabiliti annualmente dalla Regione, finanzia con continuità la Scuola che, dagli originari corsi è passata all’attivazione di numerose altre discipline musicali quali, canto lirico, moderno e corale, flauto traverso, clarinetto e sassofono, propedeutica musicale, batteria nonché agli insegnamenti di alcuni strumenti tradizionali sardi quali launeddas, organetto e sulittu con grande risposta di iscritti.
I corsi, aperti a tutti, sono tenuti da docenti qualificati, selezionati con procedura pubblica e si svolgono presso l’Istituto di Istruzione Superiore “Leonardo da Vinci” che dal lontano 1997 mette a disposizione i locali e collabora con il Comune alla riuscita del progetto.
Molto importanti sono i risultati ottenuti da diversi ex-allievi iscritti che, nella prosecuzione degli studi, hanno conseguito il diploma presso Conservatori sardi e non e intrapreso una carriera professionale nel campo della musicale.